Manuex
digitaldrink

L’esperienza di Manuex al Digitaldrink del SELLALAB di Biella

Folto gruppo di partecipanti al Sellalab di Biella in occasione del Digitaldrink di mercoledì 28 Marzo: Manuex racconta la sua esperienza di gestione del fattore umano nell’implementazione dei principi della Lean Production.

digitaldrink

La produzione a flusso teso, la riduzione delle scorte e quindi la riduzione dei costi in ottica Lean Production, non sono un risultato ad esclusiva dell’ingegneria di processo, bensì hanno molto a che fare con coinvolgimento delle persone in azione.

Silvia Basiglio, HR Manager di Manuex, nel raccontare la storia dell’azienda nata nel 2010 ricorda:

“Posso dire con un certo orgoglio di esser stata la prima persona ad essere assunta con la nascita di Manuex, ed è stata un’avventura intensa ed emozionante veder riempire il capannone vuoto con le macchine e gli operatori, passati in poco più di un anno da 0 a 200. La maggior parte di loro aveva un background di competenze del settore tessile e abbiamo svolto un intenso lavoro di formazione e riqualificazione.”

Le competenze di ambito metalmeccanico si sono letteralmente fuse alle competenze trasversali necessarie per digitaldrinkl’approccio richiesto dai principi della Lean Production, e sia Stefania Basini, Lean Production Manager, che Martina Stefani, HR Intern, hanno presentato le attività messe in atto sin dal 2013 per coinvolgere il personale, evidenziando anche le criticità emerse nella gestione del fattore umano.

Al termine di due ore ricche di contenuti e spunti di miglioramento esportabili non solo in aziende manifatturiere ma anche operative nel mondo dei servizi, il classico Digitaldrink offerto da Sellalab ha permesso di approfondire con il pubblico presente dettagli operativi e spazi di crescita.

 

 

Staff

Staff